I pericoli degli Organismi modificati per l'ambiente

 

L'introduzione degli organismi geneticamente modificati all'interno della vita di tutti i giorni è ormai un fatto che non si può negare e che purtroppo è probabilmente irreversibile. La cosa peggiore degli organismi OGM è il fatto che non si sappia in realtà ne come possano agire sul corpo umano ne tanto meno come possano agire sulle altre piante. Per esempio se si sceglie di piantare una coltivazione di soia transgenica, non si ha assolutamente idea di come questa coltivazione nel corso dei prossimi 10 o 20 anni possa influire sullo sviluppo delle piante circostanti. Questo perché non c'è stato tempo di testare le possibili situazioni che si andranno a creare nel corso del tempo.

 

Una cosa ancora più incredibile è che non si ha nemmeno idea di come i prodotti geneticamente modificati possano agire sul corpo umano nel corso del tempo. Probabilmente nei prossimi anni si inizierà a vedere come alcune persone reagiscono alla costante assunzione di alimenti geneticamente modificati, visto che in Paesi come l'America per esempio, questo fenomeno è da lungo tempo molto diffuso e di conseguenza i primi risultati arriveranno proprio da questi territori.

 

Nei primi tempi della scoperta di queste possibilità nel campo genetico si erano teorizzate molte cose che poi in realtà non sono mai state portate avanti. Si pensava che con l'introduzione degli organismi geneticamente modificati si potessero aiutare quelle popolazioni in difficoltà su come coltivare alcuni prodotti. In realtà però l'industria OGM si è mossa in totalmente un'altra direzione e le parole spese in merito ad aiutare le popolazioni più in difficoltà sono rimaste semplicemente delle belle parole.

 

Al contrario l'industria OGM ha sfruttato il fatto di poter ottenere i brevetti su molti alimenti per prendere il monopolio su molte culture ed ha introdotto in molti Paesi l'uso di queste culture geneticamente modificate cambiando in modo radicale l'economia e l'ecosistema di molti Paesi.

 

Sono molti i Paesi, in particolare quelli in via di sviluppo, che hanno subito “attacchi” da parte delle corporation dell'industria delle sementi OGM. Infatti questi Paesi avevano pensato di poter gestire l'ingresso nella loro economie di potenze economiche quali le grandi corporazioni americane, ma in realtà, dopo poco tempo si sono accorti che le corporation non pensano ad altro che al profitto e il benessere della popolazione passa in seconda o terza posizione. Quando la legge del profitto è quella che regola ogni decisione non ci può essere progresso e aiuto, ma semplicemente sfruttamento delle risorse.

 

Ora che questi Paesi se ne sono resi conto è troppo tardi. Molte colture hanno invaso i campi che un tempo erano tranquillamente gestiti dai contadini e nessun altra coltura può facilmente crescere, come riportato da numerosi magazine dedicati alle notizie sull'ambiente. L'uso massiccio di diserbanti, di pesticidi e di prodotti chimici in generale ha reso sempre più difficile far crescere colture differenti da quelle imposte dalle grandi corporations.

 

Design downloaded f